l'Oracolo: n. 207


Fonte: Lu. 14,17


Vangelo

Allora il padrone di casa, irritato, disse al servo: Esci subito per le piazze e per le vie della città e conduci qui poveri, storpi, ciechi e zoppi. Il servo disse: Signore, è stato fatto come hai ordinato, ma c'è ancora posto. Il padrone allora disse al servo: Esci per le strade e lungo le siepi, spingili a entrare, perché la mia casa si riempia. Perché vi dico: Nessuno di quegli uomini che erano stati invitati assaggerà la mia cena”.


Commento

Dimostrando anche una sola punta di superbia e snobistico distacco verso chi ci propone un qualsiasi coinvolgimento, corriamo il serio rischio d’essere scalzati e sostituiti proprio da quelli che non abbiamo mai tenuto nella minima considerazione in qualità di temibili rivali. E’ importante, allora, far sentire ovunque, sempre e bene la nostra presenza e, quando c’è, ribadire con forza tutta la nostra disponibilità.


Quindi oggi...

vediamo di lasciare da parte gli atteggiamenti di scostante superiorità o, così facendo, concederemo troppo spazio e saremo eccessivamente incuranti verso quelli che abbiamo sempre considerato, forse erroneamente, del tutto anonimi o inoffensivi.


Citazione

Bisogna far sì che chi ama non si senta mai sicuro nel suo amore per mancanza di rivali: senza sospetti e gelosie l'amore non dura a lungo.
Ovidio


TORNA ALLA SCELTA
© Copyright 2016 - VoVeVi - Voce del Verbo Vivere
Tutti i diritti su testi, materiali e contenuti sono riservati. Privacy Policy
Torna su