l'Oracolo: n. 112


Fonte: Giov. 6,14


Vangelo

Gli uomini dunque, avendo visto il segno che aveva fatto, dicevano: “Questo è davvero il Profeta che viene nel mondo”. Gesù, dunque, sapendo che stavano per venire e rapirlo per far(lo) re, si ritirò di nuovo sul monte lui solo.


Commento

Credere in qualsiasi lusinga, accettare qualunque onore da chi vuole improvvisamente innalzarci, può non essere sempre saggio. E’ importante, invece, essere ben convinti noi per primi della solidità sulla quale poggiano i privilegi che ci vengono offerti. Per non correre il rischio di cadere troppo repentinamente dalle stelle alle stalle, allora, pensiamo a consolidarci meglio nelle nostre posizioni: una volta persuasi in modo autonomo del nostro valore, ciò che oggi ci appare come fastidiosa adulazione, verrà sentita come una gratificante realtà.


Quindi oggi...

vediamo di non essere troppo entusiasti e troppo pronti ad avallare gli elogi altrui: dimostrarsi un po’ schivi non farà male, almeno sino a quando non avremo acquisito noi stessi una maggiore convinzione sull’esattezza e sulla conformità degli apprezzamenti ricevuti.


Citazione

Quando la fortuna lusinga, lo fa per tradire.
Publilio Siro


TORNA ALLA SCELTA
© Copyright 2016 - VoVeVi - Voce del Verbo Vivere
Tutti i diritti su testi, materiali e contenuti sono riservati. Privacy Policy
Torna su